Crescita Personale

Ti capita mai di non essere soddisfatto del risultato che hai ottenuto?

Ti è mai capitato di desiderare di essere più competente?

Ti è mai capitato di voler fare qualcosa e all’ultimo momento di mollare?

Penso che ad ognuno di noi siano capitate situazioni del genere, e a volte queste situazioni hanno l’effetto di deprimere il nostro stato d’animo, di metterci in una condizione di “dialogo interno” in cui ci diciamo continuamente quanto siamo insoddisfatti di noi e quanto non siamo capaci di fare.
Il risultato, se ci troviamo a fare queste riflessioni, è sempre disastroso, iniziano a comparire:
– Disagio relazionale;
– Incertezza;
– Cominciamo a procrastinare le cose da fare;
– Sconforto personale, ecc…
La soluzione sta solo nella “Crescita Personale”, cioè nel miglioramento delle nostre competenze, delle nostre capacità di fare, del riuscire a passare da uno stato in cui:
– cerchiamo sempre di più il “sapere” pensando di superare così questa condizione, mentre quel che succede è di rendersi conto che dovremo sapere oltre a quello che sappiamo molte altre cose, e, la ricerca e l’andare verso l’aumento del sapere ci porta sempre più nello sconforto;
allo stato in cui invece:
– facciamo le cose, anche a rischio che non siano subito fatte benissimo, ma passiamo al “saper fare”, e i risultati, anche solo parziali, anche non completamente soddisfacenti, avranno l’effetto di darci una sensazione di “star bene”, di “centratura”, di “equilibrio” e il risultato finale sarà di aver migliorato la nostra consapevolezza di noi e di quello che possiamo fare e che sappiamo fare.

Certo le competenze vanno alimentate e coltivate, ma sempre senza dimenticare che dobbiamo fare non solo sapere.
La Crescita Personale è quindi un atteggiamento mentale verso il nostro personale miglioramento non solo nell’aumentare la conoscenza, ma in equilibrio e orientata all’aumento della competenza, quindi dobbiamo passare dal “sapere al … sapere fare”, quindi ad agire per fare.
La cosa che facciamo spesso quando ci facciamo le domande che ho messo all’inizio dell’articolo, sono studiare o leggere molto per aumentare il nostro sapere.
Questa è una buona cosa, ma ha l’effetto di portarci a stare sempre soli e a non farci fare qualcosa di concreto, è opportuno allora trovare una soluzione che contempli l’aumento del sapere ma che stimoli il passaggio all’azione, senza passare all’azione non c’è veramente crescita personale.
In questo caso, la soluzione migliore è spesso rappresentata dalla frequenza di corsi di formazione che ci portino a:
– aumentare le nostre conoscenze;
– confrontarci con esperienze di altri, che come noi vogliono migliorare;
– portarci a mettere in pratica, cioè prevedere esercitazioni, nelle quali dobbiamo impegnarci per mettere in pratica e quindi verificare la nostra capacità di fare.
Molti anni fa, ho trovato grande giovamento nel seguire questa strada.
La PNL (programmazione neuro linguistica) ci porta a fare, mi piace molto la frase di Grinder sulla PNL, “la PNL non si studia, si impara e si deve solo mettere in pratica”.
Personalmente, occupandomi da oltre 10 anni di Coaching e praticando la PNL da oltre 20 anni, mi sono reso conto che la PNL offre molte strategie di facile applicazione, tutte tese verso il miglioramento, verso la crescita personale, verso la soddisfazione per i risultati raggiunti.

Scarica le nostre guide dalla sezione http://www.coachingpnl.it/pubblicazioni/