Quando si sente parlare di PNL capita di certo di sentire un vocabolo ricorrente: “Strategie della PNL”.
Quando qualcuno comincia ad interessarsi alla materia, e magari mi contatta per avere delucidazioni sull’utilità della PNL per il miglioramento personale questa è una delle domande più frequenti, “cosa è una strategia della PNL?”.
Possiamo definire strategia: uno schema, una sequenza codificata di azioni, che permettono di attuare un cambiamento o di arrivare ad un risultato desiderato attraverso il recupero di risorse personali.
Possiamo trovare anche il termine “Pattern” (modello, schema, dall’inglese) che viene usato per indicare la stessa cosa.
Le strategie nascono dalla decodificazione del “come” persone di successo si comportano, cioè per creare una strategia, i fondatori della PNL hanno:
– ANALIZZATO il comportamento di persone di successo, cioè di coloro che dopo essersi posti un risultato desiderato come obiettivo, riuscivano a raggiungerlo con risultati più che soddisfacenti;
– DEFINITO il comportamento nei singoli aspetti di dettaglio;
– CODIFICATO la sequenza da usare e i particolari da considerare per comprendere se la strategia porterà al risultato desiderato;
– SPERIMENTATA l’applicazione pratica per verificarne il funzionamento.
Questo processo è definito Modellamento della PNL.
PNL: quali strategie usare?

Le singole strategie sono state create per agire su “stati di scarsa performance”, cioè da usare in quei momenti in cui, di fronte al dover fare qualcosa abbiamo la percezione di non essere adeguati o pronti.
Le strategie non vengono usate tutte per lo stesso motivo, ma anche se tutte facilitano o generano un cambiamento di stato, ogni strategia ha un utilizzo direi quasi specifico legato:
– all’aspetto (stato della persona) di noi stessi sul quale vogliamo lavorare;
– alla situazione (contesto) nella quale dobbiamo agire;
– al risultato che vogliamo ottenere;
– alla motivazione per cui vogliamo lavorare su di noi per cambiare o modificare qualcosa.
Penso sia quasi scontato che voler modificare una caratteristica personale che quando affiora ci mette in uno stato di disagio (tensione emozionale, stress, ansia ecc…) sia diverso da voler migliorare per esempio la propria determinazione nel fare qualcosa.
Proprio da questo tipo di considerazioni, e cioè dalla definizione del perché e cosa voglio migliorare nasce la necessità di individuare la miglior strategia per cambiare e attuare un miglioramento.
Quindi possiamo dire che per ogni situazione o per ogni tipo di cambiamento che vogliamo ottenere possiamo adottare una o più strategie diverse fra loro, ma che la singola strategia non va bene per ogni esigenza.
La PNL è un ricco contenitore di strumenti, funzionano e sono facili da applicare, come dice Grinder, uno dei due fondatori, è più facile applicarla che spiegarla, quindi se posso dare un consiglio avvicinatevi ad un corso piuttosto che leggere tanti libri: come per andare in bicicletta, se leggete un libro non imparate ad andare, ma se provate è molto facile imparare!
Scaricate la guida sulla PNL, potete avere utili informazioni, contattatemi per ogni curiosità, vi aspetto.

PNL: cosa sono le strategie? Quali strategie usare, come nasce una strategia della PNL, vanno bene per tutto?

Scarica le nostre guide dalla sezione pubblicazioni

 

altri articoli nella categoria